Iso in fotografia

Agenzia seo roma webmarketing

- ITA -

Fin dai tempi più remoti della fotografia, questo valore di sensibilità è sempre stato fondamentale per eseguire scatti il più possibile perfetti.

Durante l'uso di fotocamere analogiche e quindi a pellicola, si considerava il valore ISO o ASA come base di partenza per impostare adeguati tempi di esposizione.

In particolar modo valori da 25 a 64 riguardano pellicole molto lente, valori da 125 a 400 invece pellicole medie (solitamente si fa uso di rullini a 100 ISO) ed infine pellicole con valori oltre i 500 sono molto rapide.

E' chiaro che questo concetto non è mai morto e lo si può applicare anche a livello digitale. Non scomparirà mai fino a quando i progettisti di reflex non decideranno che si dovrà adottare un'altro metodo tecnico per apportare queste modifiche al nostro scatto.

Per impostare questo tipo di valore abbiamo un paio di strade:

- Possiamo muoverci attraverso il menù della nostra fotocamera e cercare all'interno dell'opzione "menù di ripresa" ad es. quella relativa alla sensibilità ISO. Questi valori variano a seconda della fotocamera utilizzata e possono raggiungere numerazioni molto alte in alcuni casi. C'è da considerare sempre il fattore "rumore"; più i valori saranno alti e più questo difetto sarà presente sulla nostra fotografia. Certo, con un pò di post produzione tutto si risolve ma è sempre bene mantenersi bassi, in particolar modo se si può far uso di un robusto cavalletto per i tempi lunghi.

 

Menù ISO

- Alcune reflex digitali hanno tasti appositamente studiati per permettere agli utenti di selezionare questo valore in modo rapido e senza perdere, magari, l'attimo fondamentale per la tipologia di foto che si stà eseguendo. Un tipico esempio sono i reportage sportivi, dove si deve tener conto di eventuali cambi di luminosità dovuti a mutazioni climatiche.

Tasto iso

Una volta fatta la nostra scelta, potremo proseguire con il nostro lavoro ed il valore impostato sarà sempre ben visibile sullo schermo della nostra reflex, quale essa sia, a ricordarci immediatamente la scelta presa in quel momento.

Schermo reflex con valore iso

Ricordo, infine, che talvolta è possibile impostare la modalità automatica, lasciando alla fotocamera libero arbitrio a riguardo. Non la considero una pratica corretta perchè è molto probabile che il vostro sensore sovrastimi o sottostimi questo valore dandovi un risultato non proprio dei migliori.

Cosa molto utile, invece è il valore "L" (low) che a volte aiuta ad eliminare molta luminosità durante giornate molto assolate ed in assenza di un filtro a densità neutra o anche di un polarizzatore.

 

Priorità di tempi <--> Modalità Bulb

Restauro foto roma

- ENG -

From the earliest times of photography, this sensitivity value has always been fundamental to shoot as much as possible perfect.

During the use of analog cameras and then to film, is considered the ISO or ASA as a base to set appropriate exposure times.

In particular, values from 25 to 64 relate to films very slow, values from 125 to 400, instead of film medium (usually use is made of rollers at ISO 100) and finally films with values above 500 are very fast.

It 'clear that this concept is not dead and it can also be applied in the digital domain. Never disappear until designers reflex not decide that you will have to take another technical method to make these changes to our shooting.

To set this kind of value we have a couple of streets:

- We can move through the menu of our camera and look inside of the "shooting menu" for example. that related to the ISO sensitivity. These values vary depending on the camera used and can reach very high numbers in some cases. There is always a factor to be considered "noise"; more values will be higher and this defect will be present on our photography. Of course, with a bit of post production everything is resolved but it is always good to keep low, particularly if they can make use of a sturdy tripod for the long time.

 

- Some digital SLRs have keys specially designed to allow users to select this value quickly and without losing, perhaps, the crucial moment for the type of photos that you are performing. A typical example is the sports reportage, where you have to take into account any changes in brightness due to climatic changes.

 

Once you have made our choice, we will continue with our work and the set value will always be visible on the screen of our reflex, whatever it may be, to remind us immediately the choice taken at that time.

 

Remember, finally, that it is sometimes possible to set the automatic mode, leaving the camera free will about it. Do not consider it a proper practice because it is very likely that your sensor overestimates or underestimates this value giving you a result not just of the best.

Very useful thing, instead, is the value "L" (low) that sometimes helps eliminate a lot of light during very sunny days and in the absence of a neutral density filter or a polarizer.

Photo restoration online
©Marco Pollini 2016 - All rights reserved

 

Marco Pollini photographer
Pollini Photo Laboratory SEO Roma
Studio 06/96845558 - Cell +39/3342295051
Zona: Monte Mario, Balduina, Roma, Italia

P.Iva 10624081005

Orari: lun - ven 10:00 - 18:00 , sab 10:00 - 13:00 su appuntamento.

www.polliniphotolab.com

 

Privacy Policy