La profondità di campo

 

 

polliniphotolabFotografia digitale Reflex digitaliWb design Contatti

Agenzia Seo Roma

- ITA -

La profondità di campo è uno di quei concetti, a mio parere, fondamentali ma allo stesso tempo semplici se si capiscono alcune determinate cose.

Il valore della profondità di campo dipende essenzialmente da tre fondamentali valori e cioè l'apertura del diaframma, la messa a fuoco o meglio la distanza del soggetto dalla nostra reflex ed infine dalla lunghezza focale del nostro obiettivo.

Quando usiamo un obiettivo, di qualsiasi tipo, cercando di mettere a fuoco il nostro soggetto, ci accorgiamo che durante questo processo le immagini nel nostro mirino appariranno prima sfocate e successivamente più nitide.

Durante il processo di sfocatura i punti di luce riflessa che colpiranno il sensore della nostra reflex appariranno non più come tali ma al contrario saranno molto grandi e di forma circolare; essi sono denominati "circoli di confusione".

Ogni volta che usiamo il focheggiatore e facciamo diventare la nostra immagine nitida, troviamo anche quale è il limite per il quale è definita la profondità di campo.

Dunque essenzialmente, capito questo concetto tre sono gli interventi che un fotografo può utilizzare per rendere i propri scatti più o meno profondi e cioè:

- "Controllare il diametro del diaframma"; infatti nel momento in cui si sceglie di utilizzare una apertura del diaframma piccola, si aumenta la profondità di campo altrimenti si diminuisce e ciò e ben visibile nel momento in cui usiamo un grandangolare come può essere un 24 mm ad f/22. A questa apertura il soggetto apparirà a fuoco così come il suo sfondo mentre a f/4 il soggetto apparirà a fuoco ma il suo sfondo non lo sarà altrettanto.

- "Controllare la distanza dal soggetto"; infatti la profondità di campo aumenterà all'aumentare della distanza, questo perchè tale operazione aumenta la zona per la quale è possibile mettere a fuoco il soggetto.

- "Controllare la lunghezza focale dell'obiettivo"; infatti, come già visto nel capitolo dedicato agli obiettivi, quanto più tale valore aumenta e tanto più la profondità di campo diminuisce. Questo è dovuto principalmente all'angolo di campo caratteristico dell'obiettivo usato, il quale diminuisce all'aumentare della lunghezza focale.

Restauro foto roma

- ENG -

The depth of field is one of those concepts, in my opinion, fundamental yet simple if you understand some specific things.

The depth of field depends essentially on three fundamental values, ie aperture, focus or rather the distance of the subject from our SLR and finally by the focal length of our goal.

When we use a lens, of any type, trying to focus on our subject, we realize that during this process the images in the viewfinder appear blurred before and after sharper.

During the process of blur the points of reflected light that strike the sensor of our reflex appear no longer as such, but on the contrary will be very large and circular in shape; they are called "circles of confusion."

Whenever we use the focuser and we become our sharp image, we also find which is the limit for which is called the depth of field.

So essentially, you understand this concept are three interventions that a photographer can use to make their shots more or less deep, and that is:

- "Check the diameter of the diaphragm"; In fact, when you choose to use a small aperture, increases the depth of field decreases, which otherwise and clearly visible when we use a wide angle can be as a 24 mm to f / 22. At this opening the subject will appear in focus as well as his background as f / 4, the subject will appear in focus but his background it will not be the same.

- "Check the distance to the subject"; In fact, the depth of field will increase with increasing distance, this is because this operation increases the area for which it is possible to focus on the subject.

- "Check the lens focal length"; In fact, as already seen in the chapter devoted to the objectives, the more this value increases, the more the depth of field decreases. This is mainly due to the angle of field characteristic of the lens used, which decreases with increasing focal length.

Photo restoration rome
©Marco Pollini 2016 - All rights reserved

 

Marco Pollini photographer
Pollini Photo Laboratory SEO Roma
Studio 06/96845558 - Cell +39/3342295051
Zona: Monte Mario, Balduina, Roma, Italia

P.Iva 10624081005

Orari: lun - ven 10:00 - 18:00 , sab 10:00 - 13:00 su appuntamento.

www.polliniphotolab.com

 

Privacy Policy